27 maggio 2010

PBM ad Assago (MI) - Gavardo (BS)

Articolo di Michele Castaldo (Allenatore PBM)

"BOCCIOLI DI ROSE"
CAMPIONESSE PROVINCIALI:
GIUSEPPINA PUJIA nel Peso, CHIARA DI BENEDETTO nei 600 m
NELLA MARCIA: 3° LISA SCALVINI – 5° ALICE POSENATO
NEL PESO: 1° e Record GIUSEPPINA PUJIA – 4° e Record MARIA SPREAFICO
NEI 600 m: 1° CHIARA DI BENEDETTO
NEI 60 m H: Record per: ALESSANDRA BRAGA e SARA BRUSCAGIN
NEL PESO: Record per SIMONE ALUNNI
NEL LUNGO: Record per ELENA LONGONI
NEL VORTEX: Record per: MARIA GAGLIARDO e SIMONA LUPPI

Domenica 23 maggio, ad Assago, Campionati Provinciali Individuali per la categoria Ragazzi/e. In un campo di rose “Tea”, dalle sgargianti sfumature viola, fanno capolino due splendidi e maestosi boccioli, che spiccano su tutti: Giuseppina Pujia e Chiara Di Benedetto. Che rispettivamente: Giuseppina nel Peso Ragazze, con una condotta di gara grintosa e esplosiva, scaglia l’attrezzo a 9,26 m, record personale (precedente 9,05 m) misura che le vale il 1° posto e il titolo di Campionessa Provinciale; non è da meno Maria Spreafico 4° con la misura di 8,08 m, record personale (precedente 7,50 m); Chiara nei 600 m, dopo un avvio prudente, rompe gli indugi e con la solita sicurezza, innesta il turbo e lascia al palo tutte le avversarie involandosi verso il traguardo che taglia 1° in 1’49”26, risultato che la consacra Campionessa Provinciale. Nei 600 m Ragazzi, un Roberto Palmisano, spento, non va oltre il 13° posto in 2’05”18. Nei 60 m H Ragazze, continua con profitto la scuola da ostacoliste per: Alessandra Braga che conclude 17° in 12”18, record personale (precedente 12”92) e Sara Bruscagin 21° in 12”96, record personale (precedente 13”40). Bene anche le Ragazze aspiranti marciatrici che sui 2 km si sono classificate: Lisa Scalvini 3° in 13’05”20 e Alice Posenato 5° in 13’29”80. Nel Lungo Ragazze tenta di spiccare il volo la eclettica Elena Longoni 15° con la misura di 3,71 m, record personale (precedente 3,46 m) e Aurora Iorio 21° con 3,54 m. Nel Lungo Ragazzi è Carlo Visconti a provarci, conclude 17° con 3,42 m. Nel Vortex Ragazze aggiustano il tiro: Maria Gagliardo 16° con la misura di 22,30 m, record personale (precedente 19,90 m) e Simona Luppi 17° con 21,61 m, record personale (precedente 16,65 m). Nel Vortex Ragazzi è Alessandro Coppolino a cercare di scagliare il più lontano possibile l’attrezzo e in parte vi riesce, 21° con la misura di 36,06 m. Nel peso Ragazzi, continua il progresso di Simone Alunni 10° con la misura di 8,54 m, record personale (precedente 7,97 m). Nei 60 m Ragazze, un trio di velociste con le polveri bagnate: Sara Rebosio 28° in 9”64; ILaria Longhin 37° in 9”96 e Valeria Monti 41° in 10”18.

VALERIA GREGGIO E ROSANNA DEL VECCHIO RECORD


Sabato 22 maggio, a Gavardo (BS), Meeting nazionale Giovanile. Si fanno onore le nostre amazzoni. Nei 100 m la brava Valeria Greggio affronta la gara con la giusta determinazione e conclude 7° allieva e 31° assoluta in 13”16,record personale (precedente 13”37). Nei 3000 m è la indomabile Rosanna del Vecchio a mettersi in evidenza, 8° Senior e 11° assoluta in 11’02”00, record personale (precedente 11’06”30).
.

23 maggio 2010

PBM a Besana Brianza - Bovisio Masciago e Lodi

Articolo di Michele Castaldo (Allenatore PBM)

PIU’ IN ALTO DOVE OSANO SOLO LE AQUILE
NEI 300 m H CADETTE:
VIVIANA BEZZORNIA PRIMA E RECORD A SOLI QUATTRO CENTESIMI DAL MINIMO PER GLI ITALIANI DI CATEGORIA
NEI 2000 m CADETTE:
VALENTINA ANTONAZZO SECONDA E RECORD A SOLI OTTO CENTESIMI DAL MINIMO PER GLI ITALIANI DI CATEGORIA
PULEDRE DI RAZZA
NEI 600 m RAGAZZE: PRIMA E RECORD CHIARA DI BENEDETTO- TERZA ELENA LONGONI
NEGLI 80 m H CADETTE: 2° MAURA TOPPI

Sabato 15 maggio, a Besana Brianza, 6° Prova Gran Premio FIDAL Milano, per le categorie: Ragazzi/e – Cadetti/e. Vi partecipiamo con le nostre “Aquile Reali” con l’intento di “volare verso cime sempre più alte”, devo dire che il nostro ardire viene giustamente premiato!!!! Nei 60 m ad ostacoli Ragazzi, schierati sulla linea di partenza ci sono due giovani baldanzosi: Andrea Grisafi che conclude la sua avventura 21° in 13”12, record personale (precedente 13”22) e lo sfortunato Giulio Di Turi che incespica sul secondo ostacolo, cade e suo malgrado è costretto al ritiro. Negli 80 m ad ostacoli Cadette è la brava Maura Toppi a scalare il podio grazie ad una bella gara conclusa in seconda posizione in 14”00. Nel peso Cadette è Marilena Ronconi ad indossare le vesti di lanciatrice e vi riesce solo in parte 11° con un lancio di 6,26 m. Poi, ci riprova nei 300 m Cadette dove conclude 13° in 51”10. Nei 300 m Cadetti a tentare di avvicinarsi al podio sono: Claudio Mistrorigo 6° in 40”44; Pietro Bonu 7° in 40”94; Nicolò Posenato 22° in 47”90 e Matteo Putti 24° in 49”46. Nel Triplo Cadette due belle “cangure” si fanno onore concludendo: Viola Cecconello (alla sua prima esperienza) 4° con la misura di 9,50 m e Chiara Palmisano 9° con 8,30 m, record personale (precedente 8,11 m).
Nei 2000 m Cadette, prende il volo la nostra prima “Aquila Reale”: Valentina Antonazzo, con una condotta di gara spavalda, da vera impavida, innesta il turbo e roteando elegantemente le sue gambe senza alcuna dispersione di energia, giro, dopo giro, costruisce un vero capolavoro chiudendo 2° in 7’00”08, a soli otto centesimi dal minimo per gli Italiani di categoria. Non sono da meno le brave: Maria Rita Ruzza 3° in 7’15”40 e Soumia Gueddim 6° in 7’40”66 a meno di un secondo dal record personale. Come penultima gara i 300 m ad ostacoli Cadette, dove spicca il volo la seconda “Aquila Reale”: Viviana Bezzornia, che unendosi alla compagna dei 2000 m “inizia a descrivere dei magnifici volteggi e picchiate acrobatiche”. Al colpo di pistola vola: elegante, sicura, “intonata” sulla ritmica e nella tecnica, senza nessuna sbavatura è un crescendo con brio, ostacolo, dopo ostacolo, costruisce il suo capolavoro, concludendolo degnamente al primo posto in 47”58, record personale (precedente 48”52), a soli quattro centesimi dal minimo per gli Italiani di categoria. Non è da meno la debuttante Cinzia Sala 6° in 52”44.

NEL TRIATHLON RAGAZZE IN EVIDENZA DUE PUROSANGUE:
CHIARA DI BENEDETTO E ELENA LONGONI

Domenica 16 maggio, a Bovisio Masciago, Triathlon Ragazze/i. In bella allegria si misurano nel: Peso, Lungo e nei 600 m, le nostre giovani promesse dell’Atletica Provinciale. Nel Peso Ragazze a mettersi in evidenza è la grintosissima: Giuseppina Pujia 7° con la misura di 7,54 m (419 punti); Maria Spreafico 9° con 7,50 m (415 punti); Lisa Scalvini 13° con 6,57 m (333 punti); Aurora Iorio 16° con 6,13 m (293 punti); Chiara Di benedetto 17° con 6,13 m (293 punti); Sara Bruscagin 20° con 5,86 m (269 punti); Elena Longoni 21° con 5,74 m (258 punti); ILaria Longhin 24° con 4,98 m (188 punti); Alice Posenato 26° con 4,68 m (160 punti) e Sara Rebosio 27° con 4,50 m (143 punti). Finito il peso, eccoci al Lungo Ragazze: dove a mettersi in evidenza è: Elena Longoni 10° con la misura di 3,46 m (494 punti); Chiara Di Benedetto 13° con 3,40 m (480 punti); Aurora Iorio 16° con 3,23 m (439 punti); Lisa Scalvini 17° con 3,16 m, record personale (precedente 2,91 m) (423 punti); Sara Rebosio 19° con 3,14 m (418 punti); ILaria Longhin 20° con 3,10 m, record personale (precedente 2,99 m) (409 punti); Sara Bruscagin 22° con 2,87 m (356 punti); Maria Spreafico 25° con 2,66 m (308 punti); Giuseppina Pujia 26° con 2,47 m (265 punti) e Alice Posenato 27° con 2,40 m (249 punti). Ed eccoci all’ultima prova del Triathlon Ragazze: i 600 m, dove, nonostante, che per un errore dello starter, dopo aver percorso 400 m di gara, siano state fermate e la gara si sia dovuta ripetere; le nostre “purosangue” hanno saputo trottare ugualmente a ritmo di “carica”. La prima a presentarsi sul traguardo, dopo un cambio di ritmo che ha lasciato al palo tutte le avversarie, è stata Chiara Di Benedetto 1° in 1’48”72, record personale (precedente 1’49”22) (815 punti); la seguono: Elena longoni 3° in 1’53”90 (692 punti); Aurora Iorio 11° in 2’07”52, record personale (precedente 2’10”52) (442 punti); Alice Posenato 12° in 2’07”96 (434 punti); Sara Rebosio 13° in 2’08”44 (426 punti); Lisa Scalvini 17° in 2’13”36 (344 punti); Sara Bruscagin 19° in 2’16”26, record personale (precedente 2’20”62) (298 punti); ILaria Longhin 20° in 2’18”22 (268 punti); Maria Spreafico 25° in 2’28”98 (112 punti) e Giuseppina Pujia 27° in 3’36”60 (0 punti). Ed eccovi la classifica finale, dopo le tre prove, del Triathlon Ragazze: 5° Chiara Di Benedetto con 1588 punti; 8° Elena Longoni con 1444 punti; 14° Aurora Iorio con 1174 punti; 16° Lisa Scalvini con 1100 punti; 19° Sara Rebosio con 987 punti; 21° Sara Bruscagin con 923 punti; 22° ILaria Longhin con 865 punti; 23° Alice Posenato con 843 punti; 24° Maria Spreafico con 835 punti e 26° Giuseppina Pujia con 684 punti. Passiamo ai Ragazzi, nel Peso, cercano di farsi onore: Alessandro Coppolino 16° con la misura di 8,00 m (360 punti); Simone Alunni 18° con 7,97 m (358 punti); Carlo Visconti 24° con 7,22 m (299 punti); Roberto Palmisano 30° con 6,95 m (278 punti) e Andrea grisafi 38° con 5,58 m (168 punti). Passiamo al Lungo Ragazzi, dove a mettersi in evidenza è: Carlo Visconti 10° con la misura di 3,75 m, record personale (precedente 3,57 m) (477 punti); Simone Alunni 14° con 3,50 m (425 punti); Roberto Palmisano 16° con 3,50 m (425 punti); Alessandro Coppolino 29° con 3,12 m (347 punti) e Andrea Grisafi 33° con 2,92 m, record personale (precedente 2,90 m) (306 punti).
Eccoci all’ultima gara i 600 m Ragazzi dove l’impavido Carlo Visconti a dare battaglia, termina la sua bella proava 8° in 1’53”66 (395 punti); seguito da: Roberto Palmisano 14° in 1’59”16 (280 punti); Simone Alunni 15° in 2’00”78 (248 punti); Andrea Grisafi 24° in 2’09”92 (98 punti) e Alessandro Coppolino 25° in 2’10”38 (92 punti). Ed eccovi la classifica finale, dopo le tre prove, del Triathlon Ragazzi: 9° Carlo Visconti con 1171 punti; 18° Simone Alunni con 1031 punti; 19° Roberto Palmisano con 983 punti; 25° Alessandro Coppolin con 799 punti e 35° Andrea Grisafi con 572 punti.

PULEDRI ALLO STATO BRADO GUIDATI DALL’ISTINTO AGONISTICO
VERI “ARTISTI” DELLO SPORT
QUANDO GLI ESORDIENTI FANNO OOOOH…. CHE MERAVIGLIA

Domenica 16 maggio, a Bovisio Masciago, gare provinciali per la categoria Esordienti.
Una “mandria” di oltre 450 “puledrini” allegri e scalpitanti ha invaso il campo sportivo di Bovisio Masciago, una vera festa dello SPORT. Ecco i risultati ottenuti dai “Puledri” dal manto VIOLA: 50 m Esordienti femmine 2004: 7° Giorgia Fabiano in 11”70.
50 m Esordienti femmine 2003: 1° Misia Giussani in 9”34; 9° Martina Migliore in 10”54; 10° Francesca Bandera in 10”62. 50 m Esordienti femmine 2002: 9° Martina Oggioni in 9”44; 21° Letizia Nicolosi in 10”22; 24° Giulia De Ponti in 10”46; 27° Giulia Crispiani in 12”18. 50 m Esordienti femmine 2001: 18° Alessia Grisafi in 9”44; 21° Lidia Corbetta in 9”58; 25° Laura Vergazini in 9”78. 50 m Esordienti femmine 2000: 10° Valentina Malvezzi in 8”66; 12° Chiara Pedrinelli in 8”78; 23° Camilla Crivellaro 9”22; 26° Sonia Monti in 9”36, record personale (precedente 9”54); 28° Silvia Gallo in 9”74, record personale (precedente 9”80). 50 m Esordienti femmine 1999: 15° Rebecca Bombaker in 8”26, record personale (precedente 10”50); 21° Sara Loiodice in 8”46, record personale (precedente 9”00), 33° Daniela Valsecchi in 9”00; 36° Arianna ILardi in 9”36; 38° Paola Arcolin in 9”66, record personale (precedente 9”84). 50 m Esordienti maschi 2003: 2° Alessandro Malvezzi in 9”02; 8° Marco Lupini in 9”68; 15° Emanuele Lucaci in 9”96; 16° Gabriele Patella in 9”96; 19° Gabriele Boga in 10”08, 29° Andrea Milo in 10”42; 33° Giorgio Chili in 10”56; 36° Luca Capretti in 10”66; 43° Federico Carvelli in 11”72. 50 m Esordienti maschi 2002: 6° Matteo Lazzarato in 8”86; 13° Gabriele Viggiani in 9”08; 14° Daniel Burburuzan in 9”10; 23° Marco Beltrame in 9”28; 26° Daniele Bogani in 9”32; 27° Edoardo Visconti in 9”36; 30° Noah Crotti in 9”48; 31° Leonardo Lavezzari in 9”48; 36° Federico Signorelli in 9”66. 50 m Esordienti maschi 2001: 1° Mattia Seveso in 8”00; 7° Andrea De Piccoli 8”42; 22° Marco Baroni 9”10; 23° Manuel Menegatti 9”14; 35° Alessio Candolo in 10”16; 36° Francesco Pozzi in 10”54. 50 m Esordienti maschi 2000: 10° Riccardo Santini in 8”32; 30° Luca Alfieri in 9”28. 50 m Esordienti maschi 1999: 12° Alessandro Bogani in 8”12; 13° Maruen El Attaoui in 8”14; 20° Riccardo Zibordi in 8”18, record personale (precedente 8”36); 25° Andrea Bontorno in 8”62; 26° Davide Bogani in 8”66; 27° Nicolò Vitali in 8”72; 30° Davide Messina in 8”84; 33° Cristian Lutri in 9”20. Pallina Esordienti femmine 2004: 9° Giorgia Fabiano con 6,22 m. Pallina Esordienti femmine 2003: 5° Misia Giussani con 9,76 m; 7° Martina Migliore con 8,02 m; 9° Francesca Bandera con 4,76 m. Pallina Esordienti femmine 2002: 5° Margherita Santambrogio con 14,43 m; 13° Letizia Nicolosi con 10,33 m; 17° Giulia De Ponti con 9,21 m; 18° Giulia Crispiani con 8,72 m. Pallina Esordienti femmine 2001: 3° Lidia Corbetta con 20,13 m; 6° Alessia Grisafi con 17,91 m; 8° Laura Vergazzini con 16,36 m.
Pallina Esordienti maschi 2003: 7° Alessandro Malvezzi con 18,28 m; 18° marco Lupini con 14,28 m; 21° Emanuele Lucaci con 12,85 m; 27° Gabriele Patella con 11,82 m; 32° Giorgio Chili con 10,39 m; 34° Gabriele Boga con 10,16 m; 36° Andrea Milo con 8,95 m; 39° Luca Capretti con 8,14 m; 42° Federico Carvelli con 7,59 m. Pallina Esordienti maschi 2002: 9° Marco Beltrame con 21,65 m; 12° Matteo Lazzarato con 19,27 m; 19° Leonardo Lavezzari con 17,17 m; 20° Matteo Riboldi con 17,00 m; 21° Federico Signorelli con 16,78 m; 27° Edoardo Visconti con 14,95 m; 30° Daniele BOgani con 13,53 m; 31° Daniel Burburuzan con 13,50 m; 34° Alessandro Noah Crotti con 12,11 m; 40° Gabriele Viggiani con 9,48 m. Pallina Esordienti maschi 2001: 3° Mattia Seveso con 30,49 m; 24° Manuel Menegatti con 18,33 m; 29° Francesco Pozzi con 14,84 m; 30° Andrea De Piccoli con 14,30 m; 32° Alessio Candolo con 10,45 m. Vortex Esordienti femmine 2000: 5° Chiara Pedrinelli con 19,23 m; 6° Valentina Malvezzi 18,47 m; 12° Sonia Monti 14,14 m; 17° Silvia Gallo con 9,64 m. Vortex Esordienti femmine 1999: 4° Daniela Valsecchi con 22,50 m; 16° Daniela Valsecchi con 18,00 m; 17° Rebecca Bombaker con 17,74 m, record personale (precedente 13,29 m); 26° ILaria Braggion con 13,39 m; 28° Paola Arcolin con 12,74 m; 30° Arianna ILardi con 11,27 m. Vortex Esordienti maschi 2000: 22° Luca Alfieri con 12,86 m. Vortex Esordienti maschi 1999: 7° Maruen El Attaoui con 33,38 m; 13° Nicolò Vitali con 28,01 m; 16° Andrea Bontorno con 26,28 m; 20° Cristian Lutri con 22,55 m; 26° Davide Bogani con 16,03 m.

IL TRIPLISTA LUCA BALDASSARRE AI CAMPIONATI ASSOLUTI

Sabato 15 maggio, a Lodi, 1° Fase Regionale dei Campionati Assoluti Maschili.
Nel Triplo: Luca Baldassarre si fa onore, nonostante il pochissimo tempo dedicato agli allenamenti, perché impegnato nelle olimpiadi di matematica, con un salto di 12,78 m si classifica 6° Junior e 21° Assoluto (36 partecipanti).
.

16 maggio 2010

AVON Running 2010 -Tappa di Milano

Articolo di Simona Ravizza (Mamma di Edoardo Visconti)

Avon Running – La Corsa delle Donne

Domenica, 9 maggio 2010 – Il Tour della Avon Running 2010 arriva a Milano per la sua ultima tappa e per l’occasione le mamme della PBM, supportate dalla partecipazione di alcune atlete, indossano la maglia rosa.
Donne che corrono tutto l’anno per far fronte agli impegni quotidiani di ‘famiglia-casa-lavoro’, donne che ogni giorno compiono nel loro piccolo opere straordinarie, donne sportive e con entusiasmo, donne con voglia di ritrovarsi e stare insieme. Queste donne si sono date appuntamento al Parco Sempione di Milano, proprio nella giornata annuale che festeggia la festa della mamma, per correre insieme a sostegno di questa iniziativa che ha quale scopo principale la raccolta di fondi da destinare a interventi in favore delle malattie che colpiscono in particolare le donne e contro le violenze domestiche che spesso proprio mamme, mogli e figlie sono costrette a subire.
Per la tappa di Milano tutti i fondi raccolti attraverso la quota di iscrizione sono stati destinati alla “Fondazione IEO - Istituto Europeo di Oncologia” e in particolare al Progetto fertilità e gravidanza in oncologia.
Oltre 8.000 le iscritte per la corsa non competitiva e 450 per quella agonistica!! Possiamo dire con orgoglio e entusiasmo che sulla ‘start line’ c’eravamo anche noi dell’atletica PBM: donne-mamme-figlie!!
Un’attenzione particolare va data alle posizioni eccezionali d’arrivo di tre atlete PBM, classe 1998: Alice, Elena e Chiara che - su tutte (e sottolineo su tutte!!!) - si sono classificate rispettivamente seconda, terza e quarta!!! Brave anche a Gaia, Valentina e Silvia che sono arrivate subito dopo! Un elogio anche ai maschietti infiltrati – Mattia e Edoardo – sia per la loro prestazione (5km in 25 minuti!!) sia perché non si sono persi d’animo davanti a tutte quelle maglie rosa (aiutooo)! E, come direbbero gli inglesi, in ultimo ma non per ultimo, i complimenti dobbiamo farceli soprattutto a noi stesse - donne e mamme - che abbiamo partecipato e che probabilmente abbiamo capito che la corsa infonde un’energia fisica e psicologica che va oltre la prestazione sportiva.
Per finire, grazie a Vania per avere promosso l’iniziativa e aver organizzato la nostra partecipazione e a Elisa e Federica per essersi unite a noi… ma, attenzione, l’anno prossimo vogliamo anche tutte voi!!
Ciao a tutte…
.

15 maggio 2010

5° Prova Gran Premio FIDAL Milano su pista - Brugherio

Articolo di Michele Castaldo (Allenatore PBM)

UNA SQUADRA SOLIDA E INARRESTABILE "LE FURIE VIOLA…!!!!!"
NEI 600 m Ragazze: 2° e RECORD CHIARA DI BENEDETTO - 4° e RECORD ELENA LONGONI NEI 600 m Ragazzi: RECORD ANDREA GRISAFI NEI 60 m Ragazze: RECORD PER SARA REBOSIO e ILARIA LONGHIN NEL VORTEX Ragazzi: RECORD PER GIULIO DI TURI e ANDREA GRISAFI NEI 1000 m Cadetti: 3° e RECORD MARCO MONACO NEI 300 m Cadette: 4° e RECORD VIVIANA BEZZORNIA NEL LUNGO Cadette: RECORD PER CHIARA PALMISANO NEI 1000 m Cadette: 3° e RECORD MARIA RITA RUZZA NEL GIAVELLOTTO Cadette: RECORD CHIARA PALMISANO

Sabato 8 maggio, a Brugherio, 5° Prova Gran Premio Milano, per le categorie: Ragazzi/e – Cadetti/e. Continuano imperterrite e inarrestabili il loro cammino, costellato di record e vittorie, le gloriose maglie viola della P.B.M. BOVISIO MASCIAGO. Nei 60 m Ragazze si fanno onore: Sara Rebosio 35° in 9”64, record personale (precedente 9”90); Alessandra Braga 39° in 9”76; ILaria Longhin 39° in 9”76, record personale (precedente 9”92); Alice Posenato 49° in 10”16 e Lisa Scalvini 53° in 10”50. Nei 60 m Ragazzi, provano l’ebbrezza della velocità: Simone Alunni 40° in 9”54; Alessandro Coppolino 41° in 9”58 e Giulio Di Turi 73° in 11”68. Nei 300 m Cadette, una “zampata” la sferra la solita “Tigre”: Viviana Bezzornia 4° in 44”02, record personale (precedente 44”78); cercano di imitarla: Elisa Madotto 8° in 46”14; Cinzia Sala 9° in 47”14; Maura Toppi 13° in 47”84 e Marilena Ronconi 18° in 51”46. Nei 300 m Cadetti, in cerca di gloria c’è: Matteo Pedrinelli 25° in 48”56. Nei 600 m Ragazze, sono le due “tornado” viola a gettare scompiglio tra le avversarie: Chiara Di Benedetto 2° in 1’49”22, record personale (precedente 1’53”60) e Elena Longoni 4° in 1’50”80, record personale (precedente 1’54”96). Nei 600 m Ragazzi, cercano di mettersi in evidenza due giovani di belle speranze: Roberto Palmisano 25° in 1’58”86 e Andrea Grisafi 40° in 2’08”70, record personale (precedente 2’12”80).
Nei 1000 m Cadette, anche qui la “zampata” la da la solita “tigre”: Maria Rita Ruzza 3° in 3’12”60, record personale (precedente 3’14”14); non è da meno: Valentina Antonazzo 4° in 3’14”76; Soumia Gueddim 10° in 3’29”86. Nei 1000 m Cadetti, a Marco Monaco spuntano gli artigli, 3° in 2’56”22, record personale (precedente 3’00”30). Nel Lungo Ragazze tentano di spiccare il volo: Sara Rebosio 28° con 3,45 m; Alessandra Braga 47° con 3,12 m; Sara Bruscagin 51° con 3,00 m; ILaria Longhin 52° con 2,99 m; Lisa Scalvini 55° con 2,91 m e Alice Posenato 57° con 2,85 m. Nel Lungo Cadette è Chiara Palmisano a tentare di mettere le ali; 15° con un salto di 3,85 m, record personale (precedente 3,76 m). Nel vortex Ragazzi si scoprono lanciatori: Alessandro Coppolino 17° con 37,90 m; Roberto Palmisano 18° con 37,87 m; Simone Alunni 42° con 31,49 m; Carlo Visconti 58° con 25,47 m; Giulio Di Turi 63° con 22,66 m, record personale (precedente 19,34 m) e Andrea Grisafi 64° con 20,70 m, record personale (precedente 18,27 m). Nel Giavellotto Cadette a trasformarsi in “finniche” sono: Cinzia Sala 5° con 16,28 m; Maura Toppi 6° con 16,27 m; Chiara Palmisano 7° con 14,79 m, record personale (precedente 13,55 m) e Marilena Ronconi 10° con 12,45 m. Nel Giavellotto Cadetti, debutto positivo di : Pietro Bonu 7° con 27,30 m. Nel Peso Ragazze, un trio solido composto da vere rocce: Giuseppina Puija 5° con 8,31 m; Maria Gagliardo 12° con 6,39 m e Simona Luppi 16° con 5,54 m.
.

6 maggio 2010

Campionati Provinciali Individuali Cadetti/e - LODI

Articolo di Michele Castaldo (Allenatore PBM)

LA FARFALLA CONTINUA A VOLARE

VIOLA CECCONELLO 2° NELL’ALTO E RECORD

Domenica 2 maggio, a Lodi, Campionati Provinciali Individuali Cadetti/e. Per colpa di un calendario, assurdo, che ha addensato, in uno stretto periodo di tempo, numerose gare importanti, vi partecipiamo con solo tre atlete/i. Nell’alto Cadette la “farfalla” Viola Cecconello, ormai si esercita in voli acrobatici, cercando cime sempre più alte dove vegetano le stelle alpine. Con una elegante e rimbalzante rincorsa, stacca e sale, sale, sale in alto, apre le sue “ali”, si avvolge all’asticella, per lasciarsi, poi, cadere sui materassi, si gira, l’asticella non cade la misura è 1,55 m, record personale (precedente 1,49 m) e 2° posizione, si apre il suo viso in un raggiante sorriso di gioia. Nel Triplo Cadette, alla sua prima esperienza da “canguro”, c’è Chiara Palmisano, che non delude e al termine di una buona sequenza di balzi raggiunge la misura di 8,11 che le vale la 7° posizione. Nei 300 m Cadetti bella prova di Marco Monaco 11° in 41”72, record personale (precedente 42”30).
.

Campionati Regionali Staffette - Nembro (BG)

Articolo di Michele Castaldo (Allenatore PBM)

UNO SPLENDIDO POMERIGGIO DI GLORIA
IL FORTE RUGGITO DELLE TIGRI DAL MANTO VIOLA…!!!!!
STREPITOSE….INDOMABILI….!!!
“D’UN SOL BOCCON FAN LE PUR TERRIBIL AVVERSARIE”
NELLA 3 x 1000 m CADETTE
PRIME E CAMPIONESSE REGIONALI
CON UNO STREPITOSO RECORD 9’35”07
seconda miglior prestazione Nazionale:
VALENTINA ANTONAZZO – MARIA RITA RUZZA – VIVIANA BEZZORNIA
NELLA 3 X 800 m RAGAZZE
SECONDE CON UN OTTIMO RECORD 8’07”46:
ALICE POSENATO – ELENA LONGONI – CHIARA DI BENEDETTO

(IDEOLOGIA DELL’ATLETA)

L’atleta coltiva e studia se stesso con grande applicazione e a volte sembra stupefatto per i risultati raggiunti, ma è civetteria momentanea. Quasi subito si pone nuove mete da raggiungere, sempre più difficili e, per fare ciò, i muscoli ed il coraggio non bastano, solo l’intelligenza può aiutarlo; infatti sollecitando costantemente l’intelligenza, la tecnica progredisce. Le doti di un vero atleta sono: il coraggio e la lealtà. Un atleta esalta lo sport quando riesce a dare ed esprimere il meglio di se stesso e della sua scuola: l’atleta deve prima lottare con se stesso e poi con gli avversari; deve seguire regole assillanti, deve macerarsi in esercizi, che via via ne modificano l’aspetto psichico e fisico. Questa applicazione rasenta il sacrificio dei religiosi e va giustamente apprezzata per l’impegno psicofisico e per la sofferenza che comporta. Per un atleta non è tanto importante superare gli avversari, senza andare oltre i propri limiti più normali, ma deve essere esigenza prioritaria ritoccare o superare sempre di più il proprio record. Il culto dell’uomo non si arresta perciò all’agonismo e la vittoria è scopo necessario, ma non fondamentale. La vittoria in “quella precisa gara” a lungo preparata e voluta, designa il vero atleta, capace di vincere come e quando vuole, onorando se stesso e la sua civiltà. Di rado è grande colui che manca all’appuntamento di una manifestazione importante, pur essendosi a lungo preparato per coglierla.)

Sabato 1 maggio, a Nembro (BG), Campionati Regionali Staffette, dove le migliori squadre Lombarde si danno appuntamento per contendersi il prestigioso titolo di Campioni Regionali. Anche il nostro “circo” è presente con i suoi “famosi domatori” e le sue temutissime “TIGRI dallo splendido manto VIOLA”; ben dodici “esemplari” divisi in quattro squadre: 2 Cadette nella 3 x 1000; 1 Ragazze e 1 Ragazzi nella 3 x 800. Le prime, a partire e a farsi onore, sono le Ragazze della 3 x 800. Prima frazionista è Alice Posenato che parte con grande determinazione, si aggancia al plotoncino di testa e difende con i denti la sua posizione, conclude la sua frazione in 2’48”32, consegna il testimone a Elena Longoni che a sua volta parte con decisione all’inseguimento delle “battistrade”, disputa un’ottima frazione conclusa in 2’40”15 e consegna il testimone, che continua la sua corsa, veloce e senza intoppi, a Chiara Di benedetto, che fa i primi quattrocento metri con molta prudenza, poi innesta il turbo e vola verso il traguardo che taglia con una frazione di 2’38”63, per un tempo totale di 8’07”10, record Sociale (precedente 8’14”18) portando la squadra al 2° posto, (medaglia d’argento). Fanno del loro meglio i Ragazzi della 3 x 800 m. Primo frazionista Andrea Grisafi che cerca con tutte le sue forze di rimanere più vicino possibile al gruppetto di testa, conclude la sua frazione in 2’52”18 e passa il testimone a Carlo Visconti che cerca di recuperare più possibile e in parte vi riesce, chiude la sua frazione, con onore, in 2’44”78, passa il testimone a Roberto Palmisano che, vedendosi molto distaccato dai primi, fa l’errore di partire demotivato, corre rigido e non riesce a recuperare nulla sui battistrada, conclude la sua frazione in 2’57”26, per un tempo totale di 8’34”12, portando la squadra al 9° posto. Ed eccoci giunti, al piatto forte, alla 3 x 1000 Cadette, dove noi schieriamo due squadre, ciascuna composta da 3 splendidi esemplari di “Tigri dal manto Viola”, temibili a livello individuale e terribili a livello di squadra. Tutte determinate ad andare a “caccia” nella “savana” di Nembro. La loro determinazione traspare già nella fase di riscaldamento, dove si notano le “possenti zampe dalle unghie acuminate e la paurosa dentatura”. Al momento di scendere in pista, per schierarsi sulla linea di partenza, lanciano un “ruggito terrificante” che mette soggezione alle squadre avversarie. Le prime frazioniste sono: Valentina Antonazzo (squadra A) e Elisa Madotto (squadra B) a loro il compito di lanciare la squadra e reggere lo strattone delle forti avversarie. Ottimo l’avvio, Valentina compie a pieno il suo dovere limita al minimo il distacco e consegna il testimone a Maria Rita Ruzza in 3’12”18; Elisa ha un momento di difficoltà dopo i primi 400 m, ma si riprende rapidamente recupera nel tratto finale sino a consegnare il testimone in 3’17”10 a Cinzia Sala. La gara è entusiasmante le squadre in lotta sino a questo momento, per il Titolo, sono 3: il CUS Pavia, la P.B.M. e Atl. Lomellina, la lotta è all’ultimo respiro. Maria Rita si lancia all’inseguimento della “preda”, determinatissima, ma trova un osso duro nella forte avversaria del CUS Pavia che riesce ad incrementare il vantaggio, solo un bel finale, in vista del passaggio del testimone, riduce un po’ lo svantaggio e riesce a consegnare, con un distacco di circa 100 m, il testimone in 3’17”75 a Viviana Bezzornia (ultima frazionista). Cinzia cerca di limitare i danni e consegna il testimone a Soumia Gueddim in 3’34”63. Quando ormai i giochi sembravano fatti, Viviana compie un vero capolavoro, per intelligenza tattica e cuore impavido, lascia sfogare la battistrada del CUS Pavia, recuperando gradualmente tutto lo svantaggio, e avvicinare quella della Lomellina (“pregustando il dolce boccone”), il testa a testa, entusiasmante che ci lascia col fiato sospeso, è lungo circa 200 m poi, sul rettilineo d’arrivo, quando mancano 80 m al traguardo (alla Cova) (“affamata” e stanca di attendere il “pasto”) estrae gli artigli e (si “pappa” entrambe le avversarie) con un cambio secco di ritmo si invola verso un meritatissimo trionfo, 1° con una frazione di 3’05”14, che porta, nello strepitoso tempo di 9’35”07 (seconda miglior prestazione Nazionale), record Sociale, (precedente 9’54”60), la squadra a vincere il titolo di Campionesse Regionali. Soumia, nonostante non ci sia più nulla da fare per il podio, da ugualmente tutto e chiude in 3’26”20, in 9° posizione con il tempo totale di 10’17”93. La soddisfazione per: Tecnici, Dirigenti, Genitori e Atlete/i è grandissima, sono quelle cose che cancellano tutte le fatiche e sacrifici e danno nuova linfa per raggiungere nuovi traguardi sempre più ambiziosi.
.

Campionati Provinciali di Corsa su Strada - Villasanta (MB)

Articolo di Michele Castaldo (Allenatore PBM)

Sabato 1 maggio, a Villasanta, Campionti Provinciali di Corsa su Strada. Vi partecipiamo con un gruppetto sparuto di aspiranti atleti, che sanno farsi onore con: Alessia Grisafi Esordiente 2001, sulla distanza di 400 m, con una splendida condotta di gara, sfiora il podio, si classifica 4°. Negli Esordienti 2000, sulla distanza di 800 m, Andrea Montegner si difende con onore concludendo 14°. Nelle Esordienti 1999 sulla distanza di 800 m, un terzetto di tutto rispetto si fa largo nel gruppo e chiude: 13° Paola Arcolin; 15° Rebecca Bombaker e 16° Anna Mita. Negli Esordienti 2000, sempre 800 m di gara, è Davide Bogani a far vedere di che stoffa è fatto, concludendo la sua bella gara in 6° posizione.
.