28 marzo 2011

Segui gli articoli della PBM sul sito ufficiale




Gli articoli della PBM sono ora disponibili sul sito ufficiale.
www.atleticapbm.it

Ti aspettiamo.

17 marzo 2011

Staffetta Podistica LECCO - CHERNOBYL

Articolo di Vania Franzolin (Segreteria PBM)


Staffetta Podistica LECCO - CHERNOBYL

“Lo sport ha il potere di cambiare il mondo. Ha il potere di ricongiungere le persone come poche altre cose. Ha il potere di risvegliare la speranza là dove prima c'era solo disperazione”.Nelson Mandela
La staffetta partirà il 30 luglio 2011 da Lecco per raggiungere Chernobyl in Ucraina il 15 agosto 2011 percorrendo più di 2000 Km attraverso Italia, Slovenia, Ungheria e Ucraina.
Gli organizzatori hanno dato il valore simbolico di 1 Euro a ogni Km della strada che si dovrà percorrere per raggiungere la meta.
Anche la nostra società ha voluto contribuire a questa bella, importante e significativa iniziativa.
La P.B.M. atletica di Bovisio Masciago ha “adottato” 115 km. in quanto "simbolicamente" i nostri 115 atleti, di età tra i 6 e i 15 anni che ad oggi sono iscritti alla nostra società, correranno virtualmente 1 km ciascuno.
Se vuoi maggiori informazioni sull’evento e seguire lo svolgimento della staffetta, vai al link qui
.

16 marzo 2011

7° Prova del Gran Premio FIDAL Milano di Cross - Sovico

Articolo di Michele Castaldo (Allenatore PBM)

LA PIOGGIA NON RIESCE A SPEGNERE
IL FUOCO DI UN SANO E FORMATIVO AGONISMO LE “GIUBBE” VIOLA CONQUISTANO SOVICO: LA P.B.M. BOVISIO MASCIAGO 1° SU 42 SOCIETA’
NELLE RAGAZZE 1998: 2° ALICE POSENATO

NELLE CADETTE 1996/97: 3° VALENTINA ANTONAZZO

NELLE ESORDIENTI 2000: 3° CHIARA PEDRINELLI

Domenica 13 marzo, a Sovico, 7° Prova del Gran Premio FIDAL Milano di Cross, per le categorie: Cadetti/e – Ragazzi/e – Esordienti. Le gare si disputano in una mattinata uggiosa e su un percorso gara insidioso per il fango che lo rende molto scivoloso, e per una breve discesa, a “rotta di collo”, da prendere con la giusta decisione e oculatezza. Per alleviare i disagi della pioggia il saggio e avveduto “Vecchio” della P.B.M.: Vasco Franzolin, si è alzato di buon mattino per piazzare un gazebo, dove gli atleti hanno potuto trovare rifugio e comfort nel cambiarsi; atleti e genitori Ringraziano!!!! Nonostante le avversità climatiche e la concomitanza con la Rappresentativa Provinciale di Cortenova, è giunto qui a Sovico un consistente numero di gioiose “farfalle” a cui nemmeno l’acqua riesce a spegnerne la brillantezza multicolore, che ravviva i campi come una bella fioritura primaverile. Certo non si percepisce il “profumo”, ma “la gioia di vivere che sprigionano” è inconfutabile. Alle ore 10,00 le prime a “svolazzare” sul fango, sono le Cadette 1996/97, che gareggiano sulla distanza di 1550 m, 4 le nostre “farfalle”, viola, al colpo di pistola, a “librarsi in volo”: Valentina Antonazzo, Cinzia Sala, Sara Baratella e Aurora Iorio. Valentina pur partendo bene non è la solita baldanzosa ed elegante farfalla che siamo abituati a vedere, ma nonostante ciò, disputa una buona gara che la vede concludere 3°, bene anche le compagne di “volo”: Cinzia 8°; Sara 10° e Aurora 11°. Nella categoria Cadetti 1996/97, sulla distanza di 2000 m, si distingue Matteo Robbiati che conclude 5° e Simone Alunni che si perde un po’ nel fango 42°. Nelle Ragazze 1999, sulla distanza di 1200 m, tre belle “farfalle” si esibiscono in “acrobatiche evoluzioni” sino a concludere la loro performance: Anna Mita 10°; Paola Arcolin 12° e Leda Monti 14°. Nelle Ragazze 1998, sulla distanza di 1200 m, due “esemplari rari di farfalle tigri” dalle striature viola: Alice Posenato e Sara Bruscagin, sanno destreggiarsi con bella abilità sul fango, scivoloso, la più eclettica è Alice, che pur non al massimo della condizione, essendo rientrata dall’influenza da pochi giorni, dimostra ugualmente tutto il suo valore agonistico. Parte, saggiamente, meno arrembante del solito, ma poi, con la sua leggerezza, vola letteralmente sul fango e va a conquistarsi una meritatissima 2° posizione; non è da meno Sara che conclude con una bella volata in 7° posizione. Nei Ragazzi 1999, sulla distanza di 1200 m, cinque gli “esemplari” che schieriamo, capitanati da due della specie, “poco nota” “cuor di leone”: Davide Bogani e Vittorio Braccia. IL primo a presentarsi al traguardo dopo una grintosissima gara è Davide 6° seguito da: Vittorio 8°; Alessandro Bogani 16°; Alberto Paro 27° e Riccardo Zibordi 30°. Nei Ragazzi 1998, sulla distanza di 1200 m, quattro i colori viola che spiccano nel gruppo il più smagliante è: Giulio Di Turi che conclude 12°; Alberto Mariani 16°; Alessandro Coppolino 17° e Davide Datola 29°. Nelle Esordienti 2000, sulla distanza di 800 m, otto “farfalle si esibiscono in bei arabeschi”, la più brillante del gruppo è Chiara Pedrinelli, che con grande ardore va a cogliere una importante 3° posizione, seguita a ridosso dalle brave: Valentina Malvezzi 8°; Camilla Crivellaro 13°; Sonia Monti 20°; Chiara Dalla Pria 23°; Claudia Cipriani 28°; Silvia Gallo 31° e Asja Mosconi 32°. Negli Esordienti 2001, sulla distanza di 800 m, due “farfalle zuzzurellone” Giacomo Giussani e Mattia Paritaro, non si fanno prendere dalla smania di arrivare e con grande serenità e pacatezza arrivano al traguardo: Giacomo 21° e Mattia 30°. Negli Esordienti 2000, sulla distanza di 800 m, il bravo Massimiliano Fort si fa onore e conclude 8°. Nelle Esordienti 2003, sulla distanza di 400 m, una coppia dalle belle speranze si fa largo nel fango e concludono: Misia Giussani 4° e Giorgia Galli 20°. Nelle Esordienti 2002, sulla distanza di 400 m è Giulia De Ponti a cercarsi un posto al sole, 19°. Negli Esordienti 2003, sulla distanza di 400 m, è Alessandro Malvezzi ad avvicinarsi al podio 4°. Negli Esordienti 2002, sulla distanza di 400 m, si fanno onore: Edorado Visconti 7° e Leonardo Lavezzari 27°. Nelle Esordienti 2004, sulla distanza di 400 m, la brava Gloria Gabriele si presenta al traguardo 12°. Negli Esordienti 2005, sulla distanza di 400 m, bella prova dei due inseparabili: Riccardo Visconti 5° e Marco Riboldi 12°.
Questi ottimi risultati hanno fatto salire sul gradino più alto del podio 1° la P.B.M. Bovisio Masciago.
.

12 marzo 2011

6° Prova del Gran Premio FIDAL Milano di Cross - Cassano d'Adda

Articolo di Michele Castaldo (Allenatore PBM)

IN UNA SPLENDIDA GIORNATA PRMAVERILE
“CICALE E GRILLI” TORNANO AD ALLIETARCI CON I LORO CANTI E LE “FORMICHE” A STUPIRCI PER LA LORO LABORIOSITA’ NELLE CADETTE 1996: 1° VALENTINA ANTONAZZO 3° CINZIA SALA NELLE RAGAZZE 1998: 2° CHIARA DI BENEDETTO NEI RAGAZZI 1999: 3° VITTORIO BRACCIA NEGLI ESORDIENTI 2005: 2° RICCARDO VISCONTI NEGLI ESORDIENTI 2003: 2° ALESSANDRO MALVEZZI

Domenica 06 marzo, a Cassano D’Adda, 6° Prova del Gran Premio FIDAL Milano di Cross, Valevole come Campionato Provinciale Individuale, per le categorie: Cadetti/e – Ragazzi/e – Esordienti. Le gare si sono disputate in una splendida giornata primaverile, che ha svegliato: “cicale, grilli e formiche”, trasformandole, coi loro “canti e laboriosità”, in una allegra festa, che ha allietato tutti i presenti all’avvenimento sportivo. La prima gara a partire, alle ore 10,00, è quella delle Cadette 1996/97, sulla distanza di 1600 m. Le nostre magnifiche 7 “cicale”, dirette da uno splendido “esemplare”: Valentina Antonazzo, non risparmiano energie, al colpo di pistola si gettano a capo fitto in un in un bel “canto corale” che le porta a terminare la loro bella performance in: Valentina 2°, 1° del 1996; Cinzia Sala 4°, 3° del 1996; Maria Rita Ruzza 6°, 4° del 1996; Aurora Iorio 8°, 4° 1997; Sara Baratelle 11°, 6° 1997; Valentina Monti 24°, 12° 1997 e Linda Artuso 30°, 16° 1996. Nella categoria Cadetti 1996/97, sulla distanza di 2000 m, un tandem composto da un’ottima “cicala” che non lesina energie: Matteo Robbiati e una “formica” che le distribuisce saggiamente secondo le sue possibilità: Andrea Grisafi. Matteo con grande coraggio si getta subito nella mischia e lottando al pari dei migliori, conclude più che positivamente 5°; Andrea con la sua laboriosità parsimoniosa, conclude 24°, 12° del 1997. Nella categoria Ragazze 1999, sulla distanza di 1200 m, un bel trio di “cicale”, che non stanno certo a fare calcoli sul “risparmio e la spesa”, ma si gettano nella mischia con cuore impavido sino a concludere, positivamente, senza più nulla in “banca”: ILaria Braggion 6°; Paola Arcolin 7° e Anna Mita 9°. Nella categoria Ragazze 1998, sulla distanza di 1200 m, un quartetto di ottime “cicale canterine”, dirette dalla potente ed elegante Chiara Di Benedetto, e con una formica risparmiosa che non osa rischiare più del necessario: ILaria Longhin. La più lesta a partire è Elena Longoni, ma nel momento del cambio di ritmo si fa superare dalla cuor di tigre Chiara che conclude ottimamente 2°; Elena 5°; Sara Bruscagin 10°; Sara Rebosio 11° e ILaria 21°. Nella categoria Ragazzi 1999, sulla distanza di
1200 m, un bel tandem di ottime “cicale” dal cuore impavido: Vittorio Braccia e Davide Bogani. Al colpo di pistola gettano sul “banco” tutto quello che hanno, senza timore di “perderlo”, disputano una gara coraggiosa che dopo poco più di 500 m vede prendere decisamente l’iniziativa e la testa della corsa da parte di Vittorio che si lascia sfuggire, scusate il gioco di parole, la vittoria, che sembrava ormai sua, solo sul traguardo, conclude così la sua splendida avventura 3° e Davide che non ha ancora smaltito del tutto l’influenza e costretto, suo malgrado, a circa metà gara, a mollare “l’osso” per via di urti di vomito e solo la tenacia che lo contraddistingue non lo fanno fermare, conclude 9°. Nella categoria Ragazzi 1998, sulla distanza di 1200 m, un trio formato dalla “cicala” Carlo Visconti e dalle “formiche” Giulio Di Turi e Edoardo Gobbi. Carlo, al colpo di pistola parte subito “spavaldamente” nel gruppo di testa e con una condotta di gara senza timore della fatica, conclude positivamente 7°; Giulio che aspetta a gettare nella lotta tutte le sue energie sino al rettilineo finale, conclude 17° e Edoardo con un problemino ad un piede per aver, da poco, bruciato una verruca, usa prudentemente le sue energie e conclude 34°. Nelle Esordienti 2000, sulla distanza di 800 m, otto “grilli canterine” fanno sentire la loro voce squillante”, a dirigerle è la brillantissima Chiara Pedrinelli che conclude 6°; Camilla Crivellaro 11°; Valentina Malvezzi 12°; Asja Mosconi 19°; Sonia Monti 21°; Chiara Dalla Pria 23°; Silvia Gallo 27°; Martina Monti 31°. Nelle Esordienti 2001, sulla distanza di 800 m, fa sentire forte il suo “cri cri” la grintosissima Alessia Grisafi che conclude la sua “scampagnata” 7°. Nelle Esordienti 2003, sulla distanza di 400 m, un’altra solista, “zampetta” sui prati di Cassano: Letizia Longoni che conclude 10°.
Negli Esordienti 2000, sulla distanza di 800 m, improvvisano un bel “duetto”: Andrea Montagner 17° e Leonardo Ruscelli 22°. Negli Esordienti 2001, sulla distanza di 800 m, è un altro solista a farsi onore: Mattia Seveso che conclude la sua bella avventura 4°. Negli Esordienti 2002, sulla distanza di 400 m, è il “grillo saltellante” Tarciso Visconti a farsi largo dribblando i fili d’erba sino a giungere 7° al traguardo. Negli Esordienti 2003, sulla distanza di 400 m, uno splendido esemplare di “grillo”: Alessandro Malvezzi, si destreggia egregiamente tra “rane, rospi, formiche, scarafaggi, tartarughe e qualche lumaca”, senza mai farsi “mangiare”, conclude il suo “safari” splendidamente 2°. Negli Esordienti 2004, sulla distanza di 400 m, è Matteo Di Benedetto a far sentire la sua bella “voce squillante” e conclude 11°. Negli Esordienti 2005, sulla distanza di 400 m, un piccolo “grillo, tutto pepe”, saltella e corre spedito sulle sponde dell’Adda sino a giungere felice al suo traguardo 2°.

5 marzo 2011

5° Trofeo della Tecnica, Trofeo Lidia Macchi - Cadetti/e - Allievi/e - Saronno (VA)

Articolo di Michele Castaldo (Allenatore PBM)

LA TIGRE TORNA A “SBRANARE”

MODESTIA – SERIETA’ – LAVORO – ARMI VINCENTI
VIVIANA BEZZORNIA 1° NEL BIATHLON SI AGGIUDICA
IL TROFEO DELLA TECNICA: “LIDIA MACCHI”


Domenica 27 febbraio, nel palazzetto indoor di Saronno, 5° Trofeo della Tecnica, Trofeo Lidia Macchi, gare di Biathlon per le categorie Cadetti/e - Allievi/e. La P.B.M. Bovisio Masciago è presente nelle Allieve (1994/95) con due delle sue splendide “tigri”: Viviana Bezzornia (1995) e Elisa Madotto (1995). E’ sempre difficile trovare le giuste parole per descrive adeguatamente, così da far rivivere, a chi legge, le emozioni che ha provato chi ha avuto la fortuna di assistere ad un determinato evento. Noi vogliamo provarci per rendervi il più possibile partecipi… Per prima cosa cos’è il biathlon: il biathlon è composto da due gare, che si disputano in successione nella stessa giornata: normalmente, la prima gara sono gli ostacoli, in quello odierno, prima si disputa il salto in lungo, poi i 60 m ad ostacoli; per le Allieve 5 ostacoli alti 76 cm alla distanza di 8,50 m, ostacoli che le migliori specialiste (come la nostra Viviana) affrontano con 3 passi tra ostacolo e ostacolo; il punteggio che determinerà la vincitrice è quello delle tabelle delle prove multiple. Passiamo a descrivervi l’evento. Alle 13,45 vengono chiamate a scendere in pedana, del lungo, le Allieve, che iniziano a prendere e provare, ognuna la propria rincorsa. Tra di loro c’è anche la nostra “famelica tigre dal cuore impavido”: Viviana Bezzornia e la compagna di sempre Elisa Madotto. Alle 14,00, dopo aver sistemato le varie rincorse, ha il via la gara di lungo. Diciannove le atlete in gara, Viviana è la 9° a saltare, al primo salto buona la rincorsa e lo stacco e pur lasciando tutta la pedana vola a 4,82 m a soli 3 cm dal recente record personale. Elisa è 15° a saltare, buona anche per lei la rincorsa, pedana piena, ma l’emotività la fa arrivare con le gambe un po’ molli e lo stacco non è adeguatamente energico, per farla volare lontano, e atterra a 4,50 m. Si passa al 2° salto, Viviana cerca di spingere a fondo e infatti prende pedana piena ma non riesce a fare una bella chiusura e atterra a 4,77 m. E’ la volta di Elisa che parte decisa e arriva tonica allo stacco, pedana piena, buona l’elevazione, ma all’apice della parabola fa la stupidata di muoversi col busto in avanti, sbilanciandosi e accelerando repentinamente la discesa 4,03 m. Consapevole dell’errore fatto è un po’ amareggiata, il salto sarebbe stato veramente ottimo… Siamo giunti al 3° ed ultimo salto: Viviana ci riprova, è di nuovo pedana piena, ma la velocità degli ultimi passi non è così elevata per portarla lontano, anche se la sua azione tecnica della cinematica del volo è molto buona, non riesce a migliorarsi 4,79 m. Anche per Elisa 3° ed ultimo salto, bella la rincorsa e lo stacco, ma di nuovo chiude troppo anticipatamente e atterra a 4,46 m. Al fine delle 3 prove Viviana è 6° con la misura di 4,82 m e Elisa 10° con 4,50 m. IL tempo che gli Allievi concludano, a loro volta, la gara del lungo, ed eccoci ai 60 m ad ostacoli, terreno di conquista per Viviana che cercherà con tutta la sua determinazione di rimontare il terreno perso nel lungo. Viviana viene chiamata sui blocchi di partenza, al: “ai vostri posti”, estrae gli “artigli” che posiziona con cura sui blocchi di partenza, al: “pronti”, apre le sue “fauci” mostrando la sua “possente dentatura” e al colpo di pistola balza sugli ostacoli sbranandoli con una grinta da vera “regina della foresta”, sino ad involarsi a tagliare per 1° il traguardo in 9”62 a solo un decimo dal recente record personale. Elisa, ancora un po’ insicura sugli ostacoli che affronta con 4 passi, fa del suo meglio e conclude in 10”96. Al termine degli ostacoli, con l’entusiasta tifoso: Vice Presidente Luigi Fossati, si è tentato di fare qualche calcolo approssimativo (senza le dovute tabelle delle prove multiple) del possibile risultato finale e si è comunemente concluso che certamente Viviana sarebbe salita sul podio, ma quando hanno iniziato a chiamare le sei premiate e giunti alla terza non era ancora Viviana le palpitazioni hanno iniziato ad alzarsi per poi esplodere di gioia, quando il suo nome è stato abbinato alla prima classificata. Grande soddisfazione e felicità per: Vice Presidente, Genitori, Tecnico e Viviana che conquista il 5° Trofeo della Tecnica “Lidia Macchi”. Questo è un premio alla serietà e all’impegno!!!! 13° posto per la altrettanto seria Elisa.
.

26 febbraio 2011

4° ed Ultima Prova del Trofeo Lombardia di Cross - Villa D’Ogna (BG)

Articolo di Michele Castaldo (Allenatore PBM)

TANTI AUGURI VASCO

UNA VITA DEDICATA ALL’ATLETICA: COME GIUDICE E SEGRATARIO DELLA P.B.M. BOVISIO MASCIAGO “AMATO DA TUTTI!!!!”

************************************************************************

A VOLTE…TORNANO…CI RIPROVANO…E CI RIESCONO
PRIMI NEL TROFEO LOMBARDIA DI CROSS: RAGAZZE + CADETTE
SECONDI NEL TROFEO VILLA D’OGNA: RAGAZZI/E + CADETTI/E

Domenica 20 febbraio, a Villa D’Ogna (BG), 4° ed Ultima Prova del Trofeo Lombardia di Cross, valevole come Campionato Regionale Individuale per le categorie: Ragazzi/e – Cadetti/e; gara Regionale per la categoria Allievi/e.
La giornata è uggiosa, una leggera pioggia rende il, pur ottimo, percorso gara insidioso e molto impegnativo, per il fango, che oltre ad essere scivoloso, si attacca alle scarpe rendendo faticoso sollevare i piedi. La P.B.M. Bovisio Masciago è giunta (in questo paese montano) a questo importante appuntamento col suo “famoso coro Alpino, diretto dai grandi Maestri: Filippi e Fossati, con la collaborazione dei loro numerosi Tecnici e Dirigenti”. Un “coro”, forse senza grandissimi/e solisti/e, ma con una “coralità armonica” di grandissimo valore, prova ne sono i risultati eccellenti sino qui ottenuti. Alle ore 10,45 a “cantare” sono le Ragazze del 1998/99 sulla distanza di 1200 m (119 partenti: 73 del 1998 e 46 del 1999). La più lesta a lanciare il suo “acuto”, come ormai ci ha abituato, è Alice Posenato, che però nel momento decisivo della gara, a circa 250 m dal traguardo, non riesce ad annullare le sensazioni di fatica e, fare quel cambio, secco, di ritmo, che la porterebbe ad un risultato di prestigio, quel cambio, che invece ha Chiara Di Benedetto, (ma manca un po’ nello spunto iniziale) che la supera di slancio e si presenta per prima al traguardo in 12° posizione 8° del 1998; (Unire le qualità dell’una con quelle dell’altra avremmo un vero talento insuperabile…..!!!!) Alice è 24°, 18° del 1998, seguita dalle altrettanto brave “coriste”: Elena Longoni 28°, 21° del 1998; ILaria Braggion 46°, 16° 1999; Leda Monti 70°, 24° 1999; Anna Mita 75°, 26° 1999; Paola Arcolin 78, 28° 1999; Sara Bruscagin 80°, 51° 1998; Sara Rebosio 85°, 53° 1998 e Giuseppina Pujia 119°, 73° 1998.
Alle ore 11,00 partenza della categoria Ragazzi 1998/99, sulla distanza di 1200 m (131 i partenti: 72 del 1998 e 59 del 1999), a lanciare “l’acuto” è Davide Bogani, più forte del virus influenzale che l’ha costretto, questa mattina, a prendere la tachipirina, si batte con grande ardore, riuscendo persino, nel finale a richiamare tutte le forze residue e a operare un bel cambio di ritmo che l’ha portato a tagliare il traguardo 38°, 12° 1999; non sono certo da meno gli altri “tenori”: Nicolò Vitali 41°, 13° 1999; Vittorio Braccia 42°, 14° 1999; Alberto Mariani 62°, 39° 1998; Carlo Visconti 64°, 40° 1998; Giulio Di Turi 81°, 48° 1998; Alessandro Coppolino 83°, 50° 1998; Alessandro Bogani 89°, 35° 1999 e Maruen El Ataoui 116°, 48° 1999.
Alle 11,20 partenza delle Cadette 1996/97 sulla distanza di 2000 m (114 le partenti: 58 del 1996 e 56 del 1997), a farci sentire la sua bella “voce di soprano” è Valentina Antonazzo, che pur con una partenza non brillantissima, va rapidamente a prendersi la posizione che più le compete ai vertici del gruppo, concludendo la sua positiva galoppata 6°, 5° 1996; seguita da un altrettanto valido gruppo di “cantanti”: Cinzia Sala 14°, 11° 1996; Maria Rita Ruzza 28°, 21° 1996; Aurora Iorio 47°, 13° 1997; Sara Baratelle 71°, 29° 1997; Maria Spreafico 107°, 50° 1997 e Linda Artuso 110°, 58° 1996.
Alle ore 11,45 partono i Cadetti 1996/97 sulla distanza di 2500 m (111 partenti: 56 del 1996 e 55 del 1997), un bravo “solista”, dalle ottime qualità “canore”, sa farsi valere disputando una bella prova che lo vede concludere 25°, 17° del 1996.
Questi i risultati, sommati a quelli delle precedenti 3 gare disputate a: San Giorgio Su legnano, Malnate e Samolaco, ci hanno permesso di riconquistare l’ambito Trofeo Lombardia di Cross con: Ragazze + Cadette “PRIMI”.
Grande gioia da parte di tutti. In particolar modo per Presidente e Vice Presidente, che sono stati i primi tifosi, sfegatati, sotto la pioggia.
Questi i risultati della gara Regionale riservata alle Allieve e agli Allievi:
nelle Allieve 1994/95 sulla distanza di 3000 m (12 le partecipanti), Marilena Ronconi ha concluso la sua galoppata 7° seguita da Sara Gennari 11°.
Negli Allievi 1994/95 sulla distanza di 4000 m (31 i partecipanti), si è distinto Pietro Bonu che ha concluso 14°, seguito da Marco Monaco 28°.
A conclusione di tutte le gare e premiazioni, per festeggiare: risultati e compleanno, tutti in Allegria al ristorante!!!! Arrivederci alla prossima avventura…..! (link Foto Gara e Pranzo)
.

15 febbraio 2011

EMOZIONI DA … 1° GARA!!!

(di Riccardo Visconti – 2005 – tramite la mano della mamma Simona)

EMOZIONI DA … 1° GARA!!!

E’ da quando ero piccolo piccolo che in casa sento parlare di atletica. E non solo! Accompagno mio fratello Edoardo agli allenamenti e puntualmente sono presente alle sue gare; conosco mano mano gli atleti della PBM, quando posso mi fermo a giocare con loro ma soprattutto faccio il tifo per loro. Finchè, finalmente, arriva anche il mio momento, tanto sognato. Posso iniziare anch’io ad ‘allenarmi’ con tutti i miei nuovi amichetti e mi preparo per la mia prima gara che sembra non arrivare mai. Quella di Cesano Maderno, il 13 febbraio. La notte prima, dormo poco ma sogno una bella coppa. Appena sveglio indosso subito e finalmente la divisa viola e fremo per arrivare al più presto al ‘ritrovo’. Nel tragitto, continuo a ripetere: “ma corro anch’io”?? Inizia la fase di riscaldamento e ad ogni sparo chiedo alla mia mamma se dopo tocca a me. Ahimé, purtroppo devo proprio aspettare per ultimo, anzi ultimissimo perché prima ci allineano con l’anno 2004 ma poi, visto che siamo troppo numerosi, ci fanno arretrare e partire successivamente. L’adrenalina è alta e il giudice fischia anche la mia partenza. Scatto, cerco di correre il più veloce possibile ma molti altri mi superano. Mi guardo intorno un po’ perplesso perché il percorso sembra non finire mai. Ma quanto sono lunghi questi 400 mt!!! Tutti mi corrono dietro e mi incitano. Sento il mio nome ovunque, mi giro da una parte all’altra e con le ultime forze termino la mia prima gara… quinto! Non posso avere la tanto sognata coppa ma mi premiano con una medaglia grande. In braccio alla mia mamma, le chiedo degli “appendini”. Lei mi risponde: “Appendini? A cosa ti servono”?? … “Per appendere tutte le medaglie che vincerò”!!
Un caro saluto a tutti i miei amici della PBM… Riccardo.
.

3° Prova del Gran Premio FIDAL Milano di Cross - Cesano Maderno

Articolo di Michele Castaldo (Allenatore PBM)

A CESANO MADERNO GIUNGE UN’ALLEGRA BRIGATA DI SPLENDIDI/E PULEDRI/E DI RAZZA CAPITANATA DA DUE GRANDI “STALLONI”:
UMBERTO FILIPPI & LUIGI FOSSATI CHE LI SPRONANO E LI GUIDANO SAGGIAMENTE NELLE LORO, GIOIOSE E MAESTOS
E, GALOPPATE A BRIGLIA SCIOLTA
N
ELLE RAGAZZE 1998 “IL TRIO DELLE MERAVIGLIE”:
1° CHIARA DI BENEDETTO - 2° ALICE
POSENATO - 3° ELENA LONGONI
NELLE RAGAZZE 1999: 2° ILARIA BRAGGION

NEI RAGAZZI 1999: 2° DAVIDE BOGANI
NELLE ESORDIENTI 2003: 2° MISIA GIUSSANI
NEGLI ESORDIENT
I 2003: 1° ALESSANDRO MALVEZZI
NEGLI ESORDIENTI
2001: 3° MATTIA SEVESO
NELL
E ESORDIENTI 2000: 3° CHIARA PEDRINELLI
NELLE CADETTE 1996/97: 2° VALENTINA ANTONAZZO 3° CINZIA SALA


Domenica 13 febbraio, a Cesano Maderno, 3° Prova del Gran Premio FIDAL Milano di Cross, per le categorie Cadetti/e – Ragazzi/e – Esordienti. “Un forte scalpitio e una nube di polvere”, si avvicina sempre più al campo di gara, è il preludio all’arrivo di una allegra e scalpitante, mandria di puledri di razza (La P.B.M. Bovisio Masciago) alla cui testa due “storici stalloni”: Umberto Filippi & Luigi Fossati, che li guidano e li spronano con la saggezza della loro lunga esperienza. Sono 60 splendidi “esemplari di varie razze” che si distinguono in ogni categoria, per la loro eleganza, tenacia e grande corsa. Le prime a schierarsi sulla linea di partenza, pronte a lanciarsi in un liberatorio galoppo, sono le Cadette del 1996/97, che gareggiano sulla distanza di 2000 m. Al colpo di pistola sono 8 i mantelli viola che partono al galoppo per la loro avventura. Le più leste a prendere la testa del gruppo sono: Valentina Antonazzo, Cinzia Sala e Maria Rita Ruzza, seguite da: Valeria Monti, Linda Artuso, Giulia Molinari, Maria Spreafico e Alessia Corbetta. In un “galoppo” frenetico e impetuoso è Valentina con la sua bella chioma nera a battersi sino all’ultimo per il successo, spalleggiata dalle intraprendenti Cinzia e Maria Rita. Concludono la loro bella sgroppata: Valentina 2°; Cinzia 3°; Maria Rita 4°; Valeria 15°; Linda 17°; Giulia 18°; Maria 19°; Alessia 21°.
Ormai la “giostra” è partita e le gare continuano con i Cadetti 1996/97, che gareggiano sulla distanza di 2400 m. Sono tre i nostri puledri pronti a lanciarsi nella mischia: Matteo Pedrinelli, Andrea Grisafi e Simone Alunni. IL più scalpitante è Matteo che si lancia subito al “galoppo” rimanendo sempre nel gruppetto dei migliori sino a concludere 7°; seguito dai più tranquilli: Andrea 20° e Simone 21°.
Nella categoria Ragazze 1999, che gareggiano sulla distanza di 1200 m, un trio di briose puledre: ILaria Braggion, Anna Mita e Paola Arcolin. Sulla linea di partenza si “impennano e mostrano i loro zoccoli”, per, poi, al colpo di pistola lanciarsi in una corsa a briglia sciolta. La prima a presentarsi sul traguardo è ILaria 2°; seguita da: Anna 6° e Paola 7°. Eccoci alla categoria Ragazze 1998, che gareggiano sulla distanza di 1200 m. Qui schieriamo, al via, 6 splendide puledre di “razza purissima”, capitanate da un trio delle “meraviglie” che tutti ci invidiano e ammirano: Chiara Di Benedetto, Alice Posenato ed Elena Longoni; non da meno: Sara Bruscagin, Sara Rebosio e ILaria Longhin. A “fatica le teniamo ferme” sulla linea di partenza, “scalpitano, sbuffano, nitriscono, si impennano”, sono smaniose di sprigionare tutta la loro energia lanciandosi al “galoppo”. Al colpo di pistola la più lesta a partire è l’agile e impavida Alice, che si trova perfettamente a suo agio su un percorso dalle mille curve strettissime. Presa la testa della gara, la mantiene sino a 150 m dall’arrivo, dove la potente Chiara, innesta il turbo e con una progressione irresistibile la supera e va a tagliare il traguardo 1°; 2° Alice; 3° la mai doma Elena; 10° Sara Bruscagin; 12° Sara Rebosio e 14° ILaria.
Le gare si susseguono senza sosta, è già il momento della categoria Ragazzi 1999, che gareggiano sulla distanza di 1200 m. Sei i nostri “puledri” schierati sulla linea di partenza: Davide Bogani, Vittorio Braccia, Alessandro Bogani, Maruen El Attaoui, Riccardo Zibordi e Andrea Bontorno. E’ un puledro dal cuore di leone a mettersi in grande evidenza per la sua tenacia e impavidità: Davide, con un maestoso cambio di ritmo negli ultimi 200 m va a cogliere, con i denti, un meritatissimo 2° posto; seguito dagli altrettanto impavidi: Vittorio 6°; Alessandro 10°; Maruen 12°; Riccardo 16° e Andrea 22°. Nella categoria Ragazzi 1998, sulla distanza di 1200 m, a cercare di farsi onore sono: Carlo Visconti, Alberto Mariani, Giulio Di Turi e Alessandro Coppolino. IL più lesto a fare capolino sul traguardo è Carlo 7°, lo seguono: Alberto 14°; Giulio 15° e Alessandro 16°.
Ed eccoci giunti alle categorie Esordienti, dove noi schieriamo dei graziosissimi “puledrini” decisi a ben figurare. Nella categoria Esordienti femmine 2004, sulla distanza di 400 m, bella prova di Giorgia Fabiano 7°. Nelle Esordienti 2003, sulla distanza di 400 m, si fa onore una splendida “puledrina” tutto pepe: Misia Giussani 2°, seguita da: Letizia Longoni 12° e Giorgia Galli 15°. Nelle Esordienti 2002, sempre 400 m, Martina Oggioni conclude 6°; Giulia De Ponti 14°. Nelle Esordienti 2001, sulla distanza di 800 m, Alessia Grisafi 6°; Lidia Corbetta 10°. Nelle Esordienti 2000, anche per loro 800 m. Chiara pedrinelli fa la parte della tigre e conclude splendidamente 3°; Valentina Malvezzi 10° e Asja Mosconi 18°; Sonia Monti 20°; Claudia Cipriani 21°; Martina Rossi 22° e Camilla Bonesso 29°. Nella categoria Esordienti maschi 2005, sulla distanza di 400 m, si fa onore Ricardo Visconti 5°. Negli Esordienti 2004, sulla distanza di 400 m: Matteo Di Benedetto 6°; Davide Majer 26° e Flavio Pellegrino 29°. Negli Esordienti 2003, sulla distanza di 400 m, un vero “puledro” di razza: Alessandro Malvezzi mette tutti in fila facendo loro ammirare la sua “coda”, conclude magnificamente 1°; Gabriele Patella 7°; Simone Bonesso 12°; Andrea Milo 19° e Davide Poloni 21°. Negli Esordienti 2002, sempre 400 m, bene Edoardo Visconti 7° e Daniel Buburuzan 11°. Negli Esordienti 2001, sulla distanza di 800 m, a conquistarsi un posto al sole è il bravo Mattia Seveso 3°; Luca Bardelli 12° e Giacomo Giussani 14°. E per concludere, negli Esordienti 2000, sulla distanza di 800 m, Riccardo Santini conclude 12° e Massimiliano Fort 15°. Arrivederci alla prossima avventura…. (link foto)
.

Fase Regionale del Campionato di Società A/J/P/S. - Gavardo - BS

Articolo di Michele Castaldo (Allenatore PBM)

20° CROSS DI SAN CARLO
FASE REGIONALE DEL CAMPIONATO DI SOCIETA’ A/J/P/S

Domenica 13 febbraio, a Gavardo (BS), Fase Regionale del Campionato di Società A/J/P/S. La P.B.M. è presente, nel Cross lungo femmine, 6 km di gara, con: Martina Soliman che conclude la sua bella sgroppata 9° in 25’54” (la prima 22’41”). Nella categoria Allieve, sulla distanza di 3 km, con Marilena Ronconi 29° in 14’26” e Sara Gennari 53° in 17’04” (la prima 12’31”). Nella categoria Allievi, sulla distanza di 4 km, con Pietro Bonu che conclude 33° in 15’07”; Caludio Mistrorigo 74° in 16’41” e marco Monaco 77° in 17’02” (il primo 12’59”). Nella categoria Junires maschile, sulla distanza di 6 km, con Mattia Scirè che conclude 52° in 26’24” (il primo 19’56”).
.

1 febbraio 2011

1° Prova del Gran Premio Milano di Cross.- Novate Milanese (Mi)

Articolo di Michele Castaldo (Allenatore PBM)

“UN BRANCO DI SCOIATTOLI DAL MANTO VIOLA SCORRAZZANO, ALLEGRI E DIVERTITI SUI PRATI DI NOVATE” NEGLI ESORDIENTI FEMMINE 2003: 2° MISIA GIUSSANI NEGLI ESORDIENTI MASCHI 2003: 2° ALESSANDRO MALVEZZI NEGLI ESORDIENTI MASCHI 2001: 2° MATTIA SEVESO

Domenica 30 gennaio, a Novate Milanese, 1° Prova del Gran Premio Milano di Cross. La P.B.M. è presente con un folto gruppo di allegri e saltellanti scoiattoli, “il futuro dell P.B.M. Bovisio Masciago.
Nella categoria Esordienti 2003 femmine, sulla distanza di 400 m, una splendida e “scodinzolante scoiattolina” Misia Giussani, fa ammirare la sua “coda” a quasi tutte le rivali, per tutto il percorso, tranne una, e conclude, ottimamente, 2°. Negli Esordienti 2003 maschi, è Alessandro Malvezzi a fare il solletico sotto il naso ai suoi rivali, e bissare il risultato della compagna, 2° posto anche per lui. Negli Esordienti 2001 maschi, sulla distanza di 750 m, per la legge che dice: “non c’è il due senza il tre”, è lo “scoiattolo” Mattia Seveso a “ipnotizzare” con la sua “coda” quasi tutti gli avversari concludendo il suo bel trotterellare al 2° posto; lo seguono due degni “compari di merenda”: Luca Bardelli 12° e Giacomo Giussani 14°. Nelle Esordienti femmine 2000, sulla distanza di 750 m, si fanno onore un gruppetto di “scoiattoline” saltellanti e “scodinzolanti” che si fanno largo tra una selva di piedi calpestanti il fango dei campi di Novate. Le prime a fare capolino sul traguardo sono: Chiara Pedrinelli 4°; Valentina Malvezzi 8°; Camilla Crivellaro 10°; Asja Mosconi 15°; Chiara Dalla Pria 21°; Silvia Gallo 24° e Martina Monti 28°. Negli Esordienti maschi 2000, sulla distanza di 750 m, una coppia di scoiattoli giocherelloni, si fa onore chiudendo la loro avventura: Riccardo Santini 10° e Leonardo Ruscelli 15°.
.

Campionati Italiani Individuali di Cross per le categorie: Allievi/e – J/P/S. - Varese

Articolo di Michele Castaldo (Allenatore PBM)

“ONORANDO IL MOTTO DECUBERTIANO”
PRESENTI ALL’APPUNTAMENTO DEI CAMPIONATI ITALIANI DI CROSS “FU VERA GLORIA? AI POSTERI L’ARDUA SENTENZA”

Domenica 30 gennaio, a Varese, Campionati Italiani Individuali di Cross per le categorie: Allievi/e – J/P/S. Anche la P.B.M. può dire: “c’ero anch’io”. Presenti nella categoria Assoluta Maschile, sulla distanza di 9.400 m con il talentuoso Luigi Vuerich che si fa onore concludendo la sua fatica 25° in 30’32” e con Matteo Pinelli 122° in 34’04” (143 i partecipanti, il 1° ha chiuso in 28’42”). Nella categoria femminile Assoluta, sulla distanza di 7.800 m è Martina Soliman a fare del suo meglio, chiude 71° in 33’07” (86 le partecipanti, la 1° ha chiuso in 27’20”). Negli Juniores maschi, sulla distanza di 7.800 m, Mattia Scirè dà il suo meglio e conclude 105° in 31’41” (112 i partecipanti, il 1° ha chiuso in 26’46”). Nelle Allieve sulla distanza di 4.000 m, cercano di limitare i danni, col massimo impegno, concludendo il loro sforzo: Marilena Ronconi 74° in 17’39” e Federica Gobbi (da incoraggiare essendo alla sua seconda gara) 89° in 18’43” (98 le partecipanti, la 1° ha chiuso in 14’50”). Negli Allievi sulla distanza di 5.000 m, nonostante l’impegno non va oltre la 122° posizione in 19’19” (170 i partecipanti, il 1° chiude in 16’16”).
.

3° Prova del Trofeo Lombardia di Cross per le categorie Ragazze/i – Cadette/i, - Samolaco (So)

Articolo di Michele Castaldo (Allenatore PBM)

LE TERRIBILI “DONNE” DELLA P.B.M. SBANCANO A SAMOLACO
VINCONO: IL CAMPIONATO REGIONALE DI SOCIETA’
CON LE RAGAZZE E CON LE CADETTE
3° NELLE CADETTE 1996: VALENTINA ANTONAZZO
5° NELLE CADETTE 1997: AURORA IORIO
4° NELLE RAGAZZE 1998: CHIARA DI BENEDETTO

Domenica 30 gennaio, a Samolaco (SO), si sono date appuntamento le migliori Società lombarde per contendersi, nella 3° Prova del Trofeo Lombardia di Cross per le categorie Ragazze/i – Cadette/i, il Campionato Regionale di Società. All’alba, da Limbiate e Bovisio si sono alzate due nubi alla volta di Samolaco, dove si sono unite in un unico stormo di “voracissime cavallette viola”, che alle ore 10,45, è sceso in picchiata sul campo gara e ha iniziato a divorarsi più avversarie possibile. Nella categoria Ragazze 1999/98, sulla distanza di 1250 m, le quattro moschettiere: Chiara Di Benedetto, Alice Posenato, Elena Longoni e ILaria Braggion, seguite dalle compagne “d’armi”: Leda Monti, Paola Arcolin, Anna Mita e ILaria Braggion; al grido di “una per tutti, tutti per una”, hanno “infilzato” più avversarie possibile sino a concludere il loro “singolare tenzone”: Chiara 6° assoluta, 4° del 1998; Alice 14° assoluta, 10° 1998; Elena 16° assoluta, 11° 1998; ILaria Braggion 30° assoluta, 11° 1999; Leda 55° assoluta, 21° 1999; Paola 63° assoluta, 26° 1999; Anna 70° assoluta, 28° 1999 e ILaria Longhin 77° assoluta, 46° 1998. Questi risultati hanno portato sulla vetta del podio, Campionesse Regionale di Società le Ragazze 1998/99.
Alle ore 11,00 a partire per la loro avventura sono i Ragazzi 1998/99, sulla distanza di 1250 m, capitani da un “bucaniere”: Davide Bogani che lancia all’attacco la sua “ciurma”: Carlo Visconti, Alberto Mariani, Alessandro Coppolino, Giulio Di Turi, Nicolò Vitali, Alessandro Bogani, Edoardo Gobbi, Andrea Bontorno e Vittorio Braccia. Davide conclude la sua “battaglia” ottimamente 29° assoluto, 10° 1999; Carlo 42° assoluto, 27° 1998; Alberto 43° assoluto, 28° 1998; Alessandro Coppolino 51° assoluto, 32° 1998; Giulio 52° assoluto, 33° 1998; Nicolò 56° assoluto, 22° 1999; Alessandro Bogani 62° assoluto, 26° 1999; Edoardo 67° assoluto, 38° 1998; Andrea 75° assoluto, 36° 1999 e Vittorio 82° assoluto, 43° 1999. Questi risultati hanno portato al 9° posto la P.B.M. nel campionato di Società i Ragazzi 1998/99.
Alle ore 11,20 vengono chiamate, le Cadette 1996/97, sulla distanza di 2000 m, a schierarsi sulla linea di partenza. Ci sono le quattro “moschettiere”: Valentina Antonazzo, Cinzia Sala, Maria Rita Ruzza e Aurora Iorio a spronare “all’attacco” le scudiere: Linda Artuso, Maria Spreafico, Melissa Corbetta, Alessia Corbetta e Gaia Seveso. Ottimo l’avvio delle quattro “moschettiere”, fanno il loro dovere le scudiere. È Valentina ad incaricarsi di rimanere nella testa del gruppo a controlla le forti avversarie e vi riesce a pieno concludendo la sua bella galoppata 4° assoluta, 3° 1996; non sono da meno: Cinzia 12° assoluta, 11° 1996; Maria Rita 20° assoluta, 19° 1996; Aurora 23° assoluta, 5° 1997; Linda 77° assoluta, 45° 1996; Maria 78° assoluta, 34° 1997; Melissa 79° assoluta, 46° 1996; Alessia 80° assoluta, 47° 1996 e Gaia 81° assoluta, 48° 1996. Questi risulta hanno permesso alla P.B.M. di fare il bis, sulla vetta del podio, Campionesse Regionale di Società anche le Cadette 1996/97. Alle ore 11,45 tocca ai Cadetti 1996/97, sulla distanza di 2500 m, a dire la loro. Un trio dalle belle speranze capitanato dall’intraprendente Matteo Robbiati che si batte con tutte le sue energie sino a concludere positivamente 22° assoluto, 16° 1996; fanno del loro meglio: Simone Alunni 76° assoluto, 35° 1997 e Andrea Grisafi 79° assoluto, 37° 1997. Questi risultati hanno portato al 15° posto la P.B.M. nel campionato di Società i Cadetti 1996/97.
.

Campionati Regionali Individuali: Allieve/i – J/P - Saronno (Va)

Articolo di Michele Castaldo (Allenatore PBM)

“RIECCO LE TIGRI”
“PODEROSE LE LORO ZAMPATE” VIVIANA BEZZORNIA “CUORE IMPAVIDO” NEI 60 m AD OSTACOLI CENTRA LA FINALE CON UN ECCELLENTE TEMPO 9”61 (5°) SI MIGLIORA IN FINALE 9”52 (4°) NON SAZIA: RECORD ANCHE NEL LUNGO CON 4,85 m NEL LUNGO RECORD ANCHE PER ELISA MADOTTO CON 4,57 m

Sabato 29 gennaio, nel palazzetto Indoor di Saronno, Campionati Regionali Individuali: Allieve/i – J/P. Due le nostre “tigri” in gara nella categoria Allieve: nei 60 m ad ostacoli (quattro le batterie) Viviana Bezzornia, “cuore impavido”, si riscalda con molta cura in un crescendo ritmico sia negli esercizi tecnici che nella corsa, così da arrivare col motore al massimo dei giri nel momento di schierarsi sui blocchi di partenza. Nei suoi occhi, si scorge, lo sguardo della “tigre”, dai sui piedi si vedono spuntare gli “artigli”, è pronta a dare la sua “zampata”. Al colpo di pistola schizza via dai blocchi e attacca, con determinazione felina, gli ostacoli, come a volerli “sbranare”, con azione proficua ed elegante, lotta testa a testa sino sul traguardo che taglia in 2° posizione, (1° batteria) con l’eccellente tempo di 9”61. Tempo che al termine delle quattro batterie la classifica 5° e le vale l’accesso alla finalissima dal 1° al 6° posto. Le brillano gli occhi è felice e carica, mantiene la concentrazione sino al momento della finale, che la vede ancora più protagonista in un testa a testa sino all’ultimo centimetro, per il terzo posto, che le sfugge per un non nulla, è comunque ottimamente 4° in 9”52, a pochissimo dal minimo per gli italiani indoor (9”36 il minimo per gli italiani indoor). E’ raggiante e sprizza di gioia da tutti i pori, uno sguardo di intesa, una stretta di mano con il suo allenatore (Michele Castaldo), che esprime più di ogni parola il suo “grazie”!!!! “Ma è solo civetteria momentanea”, non è una che si accontenta, a distanza di meno di un ora è ancora in pedana, con la compagna di sempre Elisa Madotto, nel lungo (due serie, loro sono nella prima), pronta a vendere cara la pelle. A Viviana, che riesce a mantenere una buona serenità, servono poche prove per sistemare la sua rincorsa, Elisa, che è tesa più del normale, deve fare qualche prova in più. Si parte per la gara, 1° salto per Viviana, non è velocissima e quindi lascia un piede alla pedana, ma comunque è già record personale, atterra a 4,58 m. E’ il momento del 1° salto per Elisa che non riesce a tenere sotto controllo la tensione e arriva un po’ molle e non determinata allo stacco, lascia 2 piedi alla pedana e nonostante ciò è già record personale 4,57 m (precedente 4,51 m). Si è al 2° salto per Viviana che entra ben determinata, con una buona azione tecnica prende la pedana e vola a 4,85 m, nuovo record personale (precedente 4,47 m). Tocca ad Elisa ad effettuare il 2° salto, ma le gambe le tremano e arriva scomposta allo stacco regalando 3 piedi alla pedana e non va oltre i 4,20 m. Terzo ed ultimo salto Viviana (dopo qualificazioni e finali nei 60 m ad ostacoli) ha le gambe un po’ stanche, ma nonostante ciò il suo salto è discreto, lascia 1 ½ piedi alla pedana e atterra a 4,69 m (dopo la prima serie è quindi 3° con la misura di 4,85 m); Elisa oggi non riesce proprio a domare la tensione e anche in questo salto arriva lenta e quindi regala 2 piedi alla pedana e atterra a 4,40 m. Al termine delle due serie, Viviana è 10° assoluta con la misura di 4,85 m; Elisa 20° con 4,57 m.
Domenica 30 gennaio, sempre nel palazzetto Indoor di Saronno, Campionati Regionali Individuali: Allieve/i – J/P. Cinque i nostri velocisti/e in gara nei 60 m indoor. Nelle Allieve la più lesta è Elisa Madotto, che è costretta a fare gli straordinari, visto che, deve ripetere la gara, perché il cronometraggio elettronico non è partito, arrabbiatissima, perché la sensazione era di aver fatto più che bene; purtroppo sono cose che penalizzano chi ne è coinvolto, ma non c’è modo di rimediare a questo. A distanza di soli 20 minuti ripetono la batteria. Elisa, forse un po’ troppo nervosa, pur facendo bene non è così decontratta come nella prima prova, conclude comunque 25° in 8”71; non è da meno Viola Colombo (da incoraggiare essendo alla sua prima gara) che conclude il suo sprint 31° in 8”84; un po’ troppo scomposta, la pur brava Maura Toppi che chiude 42° in 9”08 e Viola Cecconello 47° in 9”25.
.

17° Cross di Arcisate, 1° Prova del Gran Premio Lombardia - Arcisate (Va)

Articolo di Michele Castaldo (Allenatore PBM)

UN BIANCO DAL FISICO DA KENIANO LUIGI VUERICH


Nell’artico sulla gara di Arcisate del 16 gennaio abbiamo tralasciato il risultato di due atleti perché non c’era pervenuto, ne parliamo ora.
Domenica 16 gennaio, ad Arcisate (VA), 17° Cross di Arcisate, 1° Prova del Gran Premio Lombardia, valevole come Campionato Regionale Individuale nella categoria Juniores (1992/93) sulla distanza di 6 km, Mattia Scirè non lesina energie ed evita così di indossare ancora una volta “la maglia nera”, conclude 35° il suo sforzo su 36 concorrenti. Nella categoria Seniores sulla distanza di 10 km, il bravo e serio Luigi Vuerich (il Keniano limbiatese) disputa una bella e grintosa gara, sempre nelle prime posizioni sino a conclude la sua positiva galoppata al 10° posto.

20 gennaio 2011

2° Prova del Trofeo Lombardia di Cross - Malnate

Articolo di Michele Castaldo (Allenatore PBM)

DOPO GLI “INCURSORI”, LANCIATI AL CAMPACCIO,
ECCOCI QUI A MALNATE CON LE “TRUPPE CORAZZATE” NEL TENTATIVO DI RAGGIUNGERE LA VETTA DELLA CLASSIFICA TENTATIVO QUASI PIENAMENTE RIUSCITO SIAMO AL 2° POSTO!!!
NELLE ESORDIENTI 2000/2001: 3° CHIARA PEDRINELLI
NELLE RAGAZZE 1999: 5° ILARIA BRAGGION

NELLE RAGAZZE 1998: 4° CHIARA DI BENEDETTO

NELLE CADETTE 1997: 6° AURORA IORIO

NELLE CADETTE 1996: 3° VALENTINA ANTONAZZO

NEGLI ESORDIENTI 2000/2001: 3° MATTIA SEVESO
NEI RAGAZZI 1999. 7° VITTORIO BRACCIA


Domenica 16 gennaio, a Malnate, 2° Prova del Trofeo Lombardia di Cross, per le Categorie: Ragazzi/e – Cadetti/e. La P.B.M. Bovisio Masciago: dopo aver saggiato, con i suoi “incursori”, nella gara del Campaccio, le forze degli avversari, eccola qui con le sue “truppe corazzate” e la forte “fanteria viola”, per conquistarsi un meritato posto in vetta alla classifica. “La battaglia” si disputa in una splendida giornata di sole, su un bel percorso che si snoda attraverso una fattoria con diversi animali, un paesaggio che, certamente, alleggerisce la fatica degli atleti, almeno quella psichica, tutto ciò su un ottimo terreno di gara. Alle ore 10,00, le varie Società in gara schierano, sulla linea di partenza, le proprie “truppe” della categoria Ragazze 1998/99, che gareggiano sulla distanza di 1200 m. Al colpo di pistola vengono lanciate “all’assalto”. Nove le maglie viola che si distinguono in un mare ondeggiante di mille colori. A capitanarle, tra le onde spumeggianti, è Chiara Di Benedetto che disputa una gara da protagonista assoluta sino a conclude splendidamente 4° (1998); seguita da: una splendida “leprotta”, mai doma: Alice Posenato 9° (1998); da una “gazzella”: Elena Longoni 20° (1998); dall’emergente: ILaria Braggion 25° (generale) 5° (1999); dalla “pantera” Sara Bruscagin 27° (generale) 22° (1998); dalla “volpe”: Sara Rebosio (47° generale) 32° (1998); dallo “scoiattolo”: Paola Arcolin (52° generale) 17° (1999); dalla “lupetto”: Anna Mita (55° generale) 18° (1999) e dalla “castorina”: Leda Monti (58° generale) 19° (1999). Alle ore 10,15, a schierasi sulla linea di partenza sono le varie squadre della categoria Ragazzi 1998/99, che gareggiano sulla distanza di 1200 m. Sono come cavalli alla briglia, scalpitanti, sbuffanti, pronti, al colpo di pistola, a scatenarsi in un galoppo frenetico e “maestoso”. A capitanare i nostri splendidi “esemplari”, dalla maglia viola, è Vittorio Braccia che conclude la sua bella ed elegante cavalcata 7° (1999); seguito dal bravo: Carlo Visconti 26° (1998); dal tenace: Alessandro Coppolino 37° (generale) 30° (1998); dal combattivo: Davide Bogani 43° (generale) 13° (1999); dal serio: Alberto Mariani 50° (generale) 34° (1998); da: Giulio Di Turi 51° (generale) 35° (1998); da: Alessandro Bogani 24° (1999); da: Maruen El Attaoui 25° (1999); da: Edoardo Gobbi 64° (generale) 42° (1998) e da Andrea Bontorno 30° (1999). Le gare si susseguono con una precisione “Svizzera”, rispettando al minuto gli orari fissati. Alle ore 10,35, a prendere posizione sulla linea di partenza sono le squadre delle Cadette 1996/97, che gareggiano sulla distanza di 2000 m. Qui noi schieriamo quattro splendidi esemplari di “gazzelle”, capitanate da Valentina Antonazzo, che al colpo di pistola, si catapulta, lancia in testa, all’attacco, trascinando con sé le sue degne compagne: Sala Cinzia, Aurora Iorio e Maria Rita Ruzza. Valentina disputa una splendida gara d’attacco, un vero cuore di leone, “IMPAVIDA”. Sempre nella testa della gara a giocarsi la vittoria. Non risparmia energie e conclude questa encomiabile prova 4° (generale) 3° (1996); seguita da: Cinzia che con una bella volata finale recupera diverse posizioni sino a concludere 18° (generale) 15° (1996); splendida prova anche per Aurora al suo debutto sui 2000 m, ma non si lascia intimorire e si batte con ardore sino all’ultimo metro conclude più che positivamente 25° (generale) 6° (1997); manca un po’ nel finale Maria Rita che conclude pur positivamente 30° (generale) 23° (1996). Alle ore 11,00, sulla linea di partenza ci sono i Cadetti 1996/97, che gareggiano sulla distanza di 2500 m. Le nostre speranze di “gloria” le affidiamo a due baldi giovani: Matteo Robbiati e Andrea Grisafi. Al colpo di pistola, entrambi, cercano di partire al meglio delle loro possibilità e di vendere cara la pelle, dando tutto quello che hanno. Matteo è quello più arzillo, che riesce a concludere positivamente 27° (generale) 20° 1996 e Andrea, che è ancora un “fuscello in balia dei venti”, ce la mette tutta e chiude dignitosamente 73° (generale) 30° (1997).
Questi risultati hanno permesso alla Società P.B.M. Bovisio Masciago, di centrare un meritatissimo 2° posto con 766 punti, dopo l’8° posto con 309 punti del Campaccio. Alle ore 11,30 è il momento della categoria Esordienti 2000/2001, che gareggiano sulla distanza di 700 m, nei maschi brilla un grintosissimo virgulto: Mattia Seveso che conclude splendidamente 3°, seguito da Andrea Montagner che si lascia condizionare dall’emotività e dopo una bella partenza, piano piano scivola sino al 21° posto.
Nelle femmine è Chiara Pedrinelli a fare la parte della tigre, chiudendo in 3° posizione, seguita da un’altrettanto brava Valentina Malvezzi 6°.
Servizio fotografico qui
.

17° Cross di Arcisate, 1° Prova del Gran Premio Lombardia - Arcisate VA

Articolo di Michele Castaldo (Allenatore PBM)

I NOSTRI GIOVANI ALLIEVI/E AD ARCISATE IN CERCA DI GLORIA


Domenica 16 gennaio, ad Arcisate (VA), 17° Cross di Arcisate, 1° Prova del Gran Premio Lombardia, valevole come Campionato Regionale Individuale A/J/P/S Uomini e Donne. Queste le notizie pervenutemi: nella Categoria Allieve 1994/95 (38 atlete) sulla distanza di 3000 m, cercano un posto al sole: Marilena Ronconi (1995) e Federica Gobbi (1995), la loro è una partenza prudente per poi cercare di farsi largo nel gruppo e avvicinarsi più possibile alle battistrada. Concludono la loro galoppata: Marilena 22° e Federica 28°. IL loro risultato ha portato la P.B.M. al 12° posto nella classifica di Società Allieve. Nella categoria Allievi (59 atleti) sulla distanza di 4000 m, Pietro Bonu (1995), pur mettendocela tutta non riesce a districarsi dalla “foresta nera” del gruppo, vani i tentativi di risalire posizioni e conclude la sua fatica in 45° posizione. IL suo risultato ha portato la P.B.M. al 23° posto nella classifica di Società Allievi.

Nella categoria seniores anno 1985 maschile nei Km.10, 10° Vuerich Luigi e nella categoria Juniores anno 1992 maschile nei Km.6, 35° Scirè Mattia.
.

9 gennaio 2011

1° Prova Trofeo Lombardia Cross Campaccio - S.Giorgio su Legnano

Articolo di Michele Castaldo (Allenatore PBM)

I PRIMI AD ESSERE LANCIATI ALL’ASSALTO SONO GLI “INCURSORI”,
CHIAMATI AD ASSAGGIARE LA FORZA DELLE TRUPPE “NEMICHE” E A CREARE
SCOMPIGLIO TRA LE LINEE AVVERSARIE POI ARRIVERA’ IL GROSSO “DELL’ESERCITO”!!!
NELLE RAGAZZE 1998: 8° CHIARA DI BENEDETTO
NELLE CADETTE 1997: 5° AURORA IORIO

Giovedì 6 gennaio, a San Giorgio Su Legnano, 54° Cross del Campaccio, valevole come 1° Prova del Trofeo Lombardia. Con ancora da digerire: “ravioli, cappone, capitone e con qualche residuo di panettone e pandoro tra i denti”, col pensiero di correre, poi, a festeggiare la befana…. La P.B.M. Bovisio Masciago: è presente con le sue “truppe d’assalto” per assaggiare la forza degli avversari e nelle prossime gare lanciare il grosso del suo “esercito”. Questi impavidi temerari si battono con onore secondo le loro potenzialità, portando più fieno in cascina possibile per il “Trofeo Lombardia”, che si disputa su 4 prove. Forse nel nostro gruppo non vi sono “stelle nascenti”, ma certamente, vi sono oneste/i combattenti che sanno ugualmente farsi onore.
(La prima arrivata ha chiuso in 4’32”) Nella categoria Ragazze 1998/99 sulla distanza di 1.200 m, un quintetto che sa dosare e gestire saggiamente le proprie forze, concludono la loro, buona prova: Chiara Di Benedetto 10°, 8° del 1998 (in 4’50”) ; Alice Posenato 19°, 15° del 1998 (in 5’00”); Sara Bruscagin 28°, 23° del 1998 (in 5’29”); Sara Rebosio 35°, 28° del 1998 (in 5’43”); ILaria Longhin 39°, 31° 1998 (in 5’48”).
(IL primo arrivato ha chiuso in 4’02”) Nella categoria Ragazzi 1998/99 sulla distanza di 1.200 m, un quartetto dalle belle speranze, ce la mette tutta per farsi onore, concludono la loro positiva galoppata: Carlo Visconti 33°, 22° del 1998 (in 5’00”); Alberto Mariani 39°, 26° del 1998 (in 5’10”); Giulio Di Turi 43°, 30° del 1998 (in 5’15”); Edoardo Gobbi 47°, 32° del 1998 (in 5’21”).
(La prima arrivata ha chiuso in 7’11”) Nella categoria Cadette 1996/97 sulla distanza di 2.000 m, vende cara la pelle una “tigre” in erba, che disputa una bella gara conclusa con una grintosa volata: Aurora Iorio 16°, 5° del 1997 (in 8’33”).
(IL primo arrivato ha chiuso in 8’17”) Nella categoria Cadetti 1996/97 sulla distanza di 2.500 m, un piccolo “coniglietto” fa del suo meglio per destreggiarsi tra i “lupi”, in parte vi riesce, “non si fa mangiare”: Andrea Grisafi 72°, 33° del 1997 (in 10’50”).
Nella classifica di Società per il Trofeo Lombardia, che l’anno scorso la P.B.M. Bovisio Masciago ha vinto, dopo la prima prova: siamo ottavi con 309 punti, prima è la Pro Patria MI con 722 punti. Purtroppo si sono fatte sentire le numerose assenze. (IL primo arrivato ha chiuso in 18’48”) Nella categoria Juniores 1992/93, sulla distanza di 6.000 m, Mattia Scirè ce la mette tutta per non vestire la maglia nera dell’ultimo arrivato, chiude 30° (in 24’18”). (IL primo arrivato ha chiuso in 28’15”) Nella categoria Seniores Maschi sulla distanza di 10.000 m, si difende discretamente, il bravo, Luigi Vuerich, contro lo strapotere degli uomini di colore e i forti avversari Italiani, conclude 28° (in 32’26”) (17° Italiano). Si difendono alla grande anche le “vecchie glorie”: nella categoria MM45 sulla distanza di 6.000 m (IL primo arrivato ha chiuso in 19’57”), Corrado Braggion conclude 119°, 23° di categoria (in 24’04”) e Riccardo Alberti 179°, 42° di categoria (in 25’31”).
Nella categoria MM60 sulla distanza di 4.000 m (IL primo arrivato ha chiuso in 14’04”), Michele Colace conclude 34°, 6° di categoria (in 16’51”) e nella categoria MM70, il bravo, Fernando Rocca 47°, 1° di categoria (in 17’24”). Nella categoria MF45 sulla distanza di 4.000 m (La prima arrivata ha chiuso in 14’48”), la “gazzella” dal cuore di tigre: Roberta Ghezzi conclude la sua bella cavalcata 30°, 2° di categoria (in 16’30”) e nella categoria MM65 la “leonessa” dal cuore impavido: Immacolata Formisano chiude 131°, 1° di categoria (in 21’09”). Nella classifica di Società del Trofeo Campestre Master la P.B.M. Bovisio Masciago è 13° con 141 punti.
Foto gara qui
Foto Podisti.net qui
.